ekvetik.ru

Come dire ciao in diverse lingue

Se vuoi dire "ciao" Per tutte le persone che vivono sul nostro pianeta, dovresti imparare almeno 2796 lingue e salutare poco più di 7 miliardi di persone. In questo articolo troverai alcuni modi per dire "ciao" in tutto il mondo

Metodo 1
Saluta in modo non verbale

Immagine titolata Say Hello in Different Languages ​​Step 1
1
Considera l`uso di un saluto non verbale. Il modo più universale e non verbale per salutare gli altri è semplice stretta di mano, specialmente nei paesi di lingua inglese. Tuttavia, altri gesti come varie forme di inchini, abbracci o addirittura applausi vengono usati come saluti non verbali in altre parti del mondo. Assicurati sempre di non insultare nessuno con gesti insoliti nel paese in cui ti trovi.

Metodo 2
Saluta le lingue europee

Immagine titolata Say Hello in Different Languages ​​Step 2
1
Ciao in albanese: dice tungjatjeta e pronunciato "tun-ya-tai-ta", che significa letteralmente "avere una lunga vita". Un modo più breve e più informale per dire ciao è tung e pronuncia come viene letto. L`albanese è parlato principalmente in Albania e in Kosovo, anche se è parlato anche in altre aree dei Balcani.
  • 2
    Ciao in tedesco austriaco: dice Grüßgott pronuncia "grus-got". È un saluto formale in Austria, che letteralmente traduce come "saluto Dio". Il modo informale di dire ciao è Servus e pronuncia come viene letto. Il tedesco austriaco è un dialetto ufficiale della lingua tedesca parlata in Austria, così come nella provincia dell`Alto Adige in Italia.
  • 3
    Ciao in basco: dice kaixo (pronunciato "kai-shou") egun-on (saluto del mattino, pronunciato "uovo-one-oun") suona (saluto di notte, pronunciato come è letto).
  • 4
    Ciao in bielorusso: dice Вiтаю e pronuncia VI-tai-yu. Il bielorusso è la lingua ufficiale della Bielorussia, ma è parlato anche in Russia, Ucraina e Polonia.
  • 5
    Ciao in bretone: dice Degemer pazzo Il bretone è una lingua celtica parlata in Bretagna, nel nord-ovest della Francia.
  • 6
    Ciao in bulgaro: dice zdravei quando saluti una persona e zdraveite quando saluti diversi. Zdrasti è un saluto più informale.
  • 7
    Ciao in bosniaco: dice Dare e pronunciare Dobar "do-bar-dan". Altri modi più informali per dire ciao sono zdravo, che è pronunciato come è letto o merhaba, pronunciato "mer-ja-ba". Il bosniaco è la lingua ufficiale della Bosnia ed è essenzialmente la stessa lingua croata e serba. Queste tre lingue erano conosciute come il Serbo-Croato prima della spartizione della Jugoslavia.
  • 8
    Ciao in catalano: dice Ciao ed è pronunciato come in spagnolo. Bon dia, pronunciato "buon giorno", significa "buongiorno"- bona tarda, pronunciata "bona tarda" mezzi "buon pomeriggio"- bona nit, che si pronuncia come si legge significa "buona notte". Puoi anche dire da solo ossa per un saluto informale.
  • 9
    Ciao a croato: dice bok. Dobro jutro significa "buongiorno"- dobar dan significa "buona giornata"- dobra večer significa "buon pomeriggio"- laku noć significa "buona notte".
  • 10
    Ciao in ceco: dice dobry e pronuncia "Doh-bri-den". Un modo più informale per dire ciao è ahoj, che è pronunciato come "ahoy". Il ceco è una lingua slava, che è mutuamente comprensibile con lo slovacco.
  • 11
    Ciao in danese: dice Lo trovo o è un modo più informale hej, pronunciato "jai". Il danese è una lingua scandinava parlata in Danimarca e in alcune parti della Groenlandia.
  • 12
    Ciao in olandese: dice goedendag ("judendaj") o semplicemente "ciao" ("I Jalo"). È anche usato hoi informalmente. L`olandese è una lingua germanica parlata nei Paesi Bassi e nel nord del Belgio.
  • 13
    Ciao a Inglese americano. I modi informali per dire ciao in inglese americano sono hi, hey e I.
  • 14
    Ciao a Inglese britannico: i saluti in inglese britannico che sono usati invece di dire ciao sono come si fa? buongiorno, buon pomeriggio buona sera Per saluti più informali è usato watchya, va bene, ciao e hiya.
  • 15
    Ciao in estone: dice tere e pronuncia come è letto. L`estone è una lingua finnico-ugandese parlata in Estonia. È strettamente correlato al finlandese.
  • 16
    Ciao in finlandese: dice hyvää päivää e pronunciato "ju-va-va-pig". Altri modi più informali per dire ciao sono moi, terve e hei. Il finlandese è una lingua finno-finlandese parlata solo in Finlandia e dai finlandesi che vivono in altre parti della Scandinavia.
  • 17
    Ciao a francese: dice bonjour e pronunciato come "bon-Zhur". Un modo più informale per dire ciao è salut, pronunciato "SA-Liú".
  • 18
    Ciao in frisone: dice goeie dei o semplicemente goeie. Il frisone è una lingua parlata a nord dei Paesi Bassi.
  • 19
    Ciao in gaelico irlandese: dice dia duit e pronunciato "di-un-guitch", che significa letteralmente "Dio è con te".
  • 20
    Ciao in georgiano: dice გამარჯობა e pronuncia "ga-mar-jo-ba". Il georgiano è la lingua ufficiale della Georgia.
  • 21
    Ciao a tedesco: dice Guida tag ed è pronunciato come è letto. Altri modi più informali per dire ciao sono Trovo e etichetta, pronunciata "etichetta".
  • 22
    Ciao a Tedesco austriaco e bavarese: dice Grüß Gott e pronunciato "grus-got". Se stai cercando un termine più informale, puoi dire servus, che è pronunciato come è letto e che può anche significare "addio".
  • 23
    Ciao a Tedesco del nord: dice moin o moin moin (pronunciato come è letto) o puoi anche dire Moinsen.
  • 24
    Ciao a Tedesco svizzero: Ciao (informale), grüezi (formale, pronuncia "Gruetzi") grüessech (formale, è usato nel cantone di Berna e pronunciato "gruessej").
  • 25
    Ciao a greco: dice Γεια σας, pronunciato "yasas" e significa letteralmente "salute per te". Un modo più informale per dire ciao è Γεια σου e pronunciato "Yasu".
  • 26
    Ciao in ungherese: dice jó napot e pronuncia "yu-napoti". Altri modi più informali per dire ciao sono szervusz, pronunciato "sairvuse" e szia, pronunciata "Siya". La lingua ungherese è anche conosciuta come "magiaro".
  • 27
    Ciao in islandese: dice gurad dag e pronunciato "Gotan-dag". Puoi anche dire hæ, pronunciato "je".
  • 28
    Ciao in italiano: dice buon giorno e pronunciato "buon-yiorno". Un modo più informale per dire ciao è ciao e pronunciato "Ciao".
  • 29
    Ciao a latino: dice salva e pronuncia "sale-ve" quando si parla con una persona. Quando parli con più di una persona è detto salvete e pronunciate "SAL-ve-TE".
  • 30
    Ciao in lettone: dice Sveika, pronuncia "esvei-ka", quando parli con una donna. Se hai intenzione di parlare con un uomo, allora dovresti dire Sveiks, pronunciato "è-veiks".
  • 31
    Ciao in lituano: dice laba diena Sveikas, pronunciato "è-veikas" viene usato in modo informale quando si parla con un uomo, mentre sveika, che è pronunciato come "è-VEKA" Viene usato in modo informale quando si parla con una donna. Labas, che è pronunciato come tale, recita è un breve saluto.
  • 32
    Ciao in lussemburghese: dice moïen e pronuncia "MOI-in".
  • 33
    Ciao in slovacco-macedone: dice Здраво e pronuncia "Zdravo".
  • 34
    Ciao in maltese: devi solo dire ciao. Se stai cercando una parola più formale, dovresti usare aw, che è pronunciato "aa"e per dire buongiorno puoi usare bonġu, pronunciato "BON-yu".
  • 35
    Ciao a napoletano: dice cia o cha.
  • 36
    Ciao a Sami del Nord: ciao nel nord Sami è detto bures o bure bures se stai cercando un modo più informale.
  • 37
    Ciao in norvegese: dice God Dag, che significa letteralmente "buona giornata". Un modo più informale e breve per dire ciao è hei e pronunciato "Jei".
  • 38
    Ciao in polacco: dice dzień dobry e pronuncia "e dob-ri". Un modo più informale è cześć, pronunciato "cheshch".
  • 39
    Ciao a portoghese: dice o e pronuncia come viene letto. Altri saluti informali sono OI, boa e Alô.
  • 40
    Ciao a rumeno: dice salut e pronuncia "sa-lut". Puoi anche usare il termine buna dimineata (saluto formale per la mattina) - buna ziua (saluto formale durante il giorno) - buna seara (saluto formale per la notte) o semplicemente buna (di solito usato quando si parla con una donna- si pronuncia come si legge).
  • 41
    Ciao a russo: dice zdravstvuyte e pronuncia "zdrá-SUTV-tai". Un modo più informale è Privet e pronuncia "PRI-viet".
  • 42
    Ciao nella scansione: dice Haja. Hallå è un modo più informale per dire ciao, mentre Go`da è più formale.
  • 43
    Ciao in serbo: dice zdravo e pronunciato "zdrá-vo". Un modo più informale per dire ciao è ćao e pronunciato "chou".
  • 44
    Ciao in slovacco: dice dobry e pronuncia "do-bri den". Altri modi più informali per dire ciao sono ahoj (pronunciato "Ajoy") čau (pronunciato "chow") e dobry (pronunciato "DO-bri").
  • 45
    Ciao in sloveno: dice živjo e pronuncia "zi-saw" o zdravo, pronunciato "zdrá-vo".
  • 46
    Ciao in spagnolo: dice ciao nella maggior parte dei paesi di lingua spagnola, ma ci sono anche altri saluti informali come alo, Che succede? "Cosa c`era lì?", soprattutto in America Latina per chiedere Cosa c`è di nuovo?
  • 47
    Ciao in svedese: dice dio Puoi anche usare una parola più informale tja (pronunciato "sha") o hej (pronunciato) "Jey").
  • 48
    Ciao in turco: dice merhaba e pronunciato "mer-ja-ba". Un modo più informale per dire ciao è Salam, che è pronunciato come è letto.
  • 49
    Ciao in ucraino: dice dobriy den e pronuncia "do-bri-den". Un modo più informale è pryvit, pronunciato "PRI-viet".
  • 50
    Ciao in gallese: dice helo. Altri modi più informali per dire ciao sono shwmae, pronunciato "shu-mai" (usato nel Galles del Sud) e sut mae, pronunciato "siediti mai" (usato nel Galles del nord).
  • 51
    Ciao in yidis: dice sholem aleikhem, che significa letteralmente "la pace sia con te". Puoi anche dire borokhim aboyem o gut morgn (significato "buongiorno") gutn ovnt (che significa "buon pomeriggio") gutn (che significa "buona giornata") e shabbos gut che è usato solo nel Shabat.
  • Metodo 3
    Saluta le lingue asiatiche

    1
    Ciao in bengalese: dice Namaskaar.
  • 2
    Ciao a Bodo: dice wai, OI, sentire.
  • 3
    Ciao a Tai o Shan: dice "Mau-Soong-Kha"
  • Immagine titolata Say Hello in Different Languages ​​Step 55
    4
    Ciao in birmano: dice mingalarba.
  • 5
    Ciao in cambogiano: dice l`amico raccoglie e pronuncia "Jum-rip-sauer". Un modo più informale per dire ciao è sous dey
  • 6
    Ciao in cinese: è scritto sia il cantonese che il mandarino 你好. In cantonese è pronunciato né jo le ho In mandarino è pronunciato "né jau". In mandarino puoi anche dire 早上 好 o zǎo shàng hǎo che significa "buongiorno", che è pronunciato "dsao shun jao". A Taiwan, questi termini non sono comuni e le persone usano informalmente 早 zǎo, pronunciato "dsao".
  • 7
    Ciao in Gujarati: dice namaste,namaskaar o kemcho.
  • 8
    Ciao in hindi: dice नमस्ते, namaste e pronuncia come viene letto.
  • 9
    Ciao a indonesiano: dice semplicemente alone. Se vuoi un termine più informale, puoi usare lui, che pronuncia "Jei".
  • 10
    Ciao a giapponese: è detto こ ん に ち は konnichi ha e pronuncia "ko-nin-chi-WA". Puoi anche usare doumo, pronunciato "do-mo", che è un saluto di ringraziamento o informale.
  • 11
    Ciao in Kannada: dice namaskara.
  • 12
    Ciao in kazako: dice Salem. Per dire "Come stai?" puoi usare kalay zhagday
  • 13
    Ciao a Konkani: dice namaskar o namaskaru (tradotto a Mi inchino a te, un saluto formale) o puoi anche dire dev baro dis div (tradotto in Dio ti benedica con una buona giornata, è considerato un termine informale).
  • 14
    Ciao in coreano: dice 안녕하세요 e pronuncia Añon ja se yo. Puoi anche usare il termine 안녕, pronunciato Añon che è più informale e può anche essere usato per dire addio.
  • 15
    Ciao in lao: dice sabaidee e pronunciato "SA-bai-dee".
  • 16
    Ciao in Malayalam: dice namaskkaram.
  • 17
    Ciao in malese: dice selamat datang e pronunciato "da-tang di se-la-mat", che può anche significare "benvenuto". Puoi anche dire apa kabar, pronunciato "un-pa-ka-bar" e significa anche "Come stai?". Hai è pronunciato "jai" ed è un saluto informale.
  • 18
    Ciao a Marathi: dice Namaskar.
  • 19
    Ciao in Mongolo: dice sain baina uu? e pronunciare "sa-yen berry-nu". Un modo più informale per dire ciao è sain uu?, che è pronunciato "SEI-nu".
  • 20
    Ciao a nepal bhasa: ज्वजलपा e pronunciato "JWA-jalapa".
  • 21
    Ciao in nepalese: dice namaskar o namaste. Un modo più informale per dire ciao è k cha o kasto cha
  • 22
    Ciao a panyabi: dice sat sri akaal ji o un termine più informale è sat sri akal
  • 23
    Saluta in payastani (marwari): dice khamma ghani sa o ram ram sa
  • 24
    Ciao in singalese: dice a`yubowan e pronuncia "au bo-wan"cosa significa? "lunga vita". Puoi anche dire kohomada?, pronunciato "ko-jo-ma-da" e mezzi "Come stai?".
  • 25
    Ciao a Taiwan (hokkien): dice Li-ho.
  • 26
    Ciao in Tamil: dice vanakkam.
  • 27
    Ciao in Telugu: dice namaskaram o baagunnara e mezzi "Come stai?".
  • 28
    Ciao a Thai: dice sawa di-ka quando è detto da una donna o Sawa di-crap quando viene detto da un uomo.
  • 29
    Ciao nel dialetto lhasa tibetano: dice Tashi Delek.
  • 30
    Ciao nel dialetto amdo tibetano: dice cho demo.
  • 31
    Ciao in uzbeko: dice assalomu alaykum. Un saluto più informale è Salom.
  • 32
    Ciao in urdu: dice Adaab, salam o assalam alei kum
  • 33
    Ciao in vietnamita: dice xin chào e pronuncia "no chou".-
  • 34
    Ciao nelle Filippine: dice kamusta e pronuncia come viene letto.
  • Metodo 4
    Saluta le lingue africane

    1
    Ciao a afrikaans: lo dice così solo Io trovo e pronunciamo "ha-Lo". Gli afrikaans sono parlati in Sud Africa, Namibia e anche in alcune regioni del Botswana e dello Zimbabwe.
  • 2
    Ciao in amarico: dice Ho avuto yistelegn e pronunciato "stagno-come-un-tel", che è un termine molto formale. Puoi anche usare in modo informale selam, pronunciato "sal-am". L`amarico è una lingua semitica ed è la lingua ufficiale dell`Etiopia.
  • 3
    Ciao a Chichewa: dice moni bambo! quando saluti un uomo e moni mayi! quando saluti una donna Il termine Muribwanji, pronunciato "morto-buanji" Viene spesso usato come saluto generale per tutti. Chichewa, anche conosciuta come nyanja, è la lingua nazionale del Malawi. E `anche parlato in Zambia, Mozambico e Zimbabwe.
  • 4
    Ciao in paffuto: dice shabe yabebabe yeshe. Chubby è una lingua della Somalia.
  • 5
    Ciao a diula: dice in-i-che. Questa lingua è parlata in Costa d`Avorio e in Burkina Faso.
  • 6
    Ciao a dzongkha: dice Kudzu-Zangpo. Questa lingua è parlata in Bhutan.
  • 7
    Ciao a edo: dice Koyo. Questa lingua è parlata in Nigeria.
  • 8
    Ciao a Hausa: il saluto formale in hausa è il termine musulmano salama alaikum Un saluto più informale è Sannu. L`Hausa è una delle lingue più parlate in Africa, con circa 34 milioni di parlanti. È una lingua madre in Nigeria e Niger, ma è usata come lingua franca in diversi paesi africani.
  • 9
    Ciao in Igbo: dice ndêwó e pronunciato "in-di-wo". L`Igbo è parlato dagli Igbo nel sud-est della Nigeria.
  • 10
    Ciao in lingala: dice Mbote. Il lingala è una lingua bantu parlata in Congo.
  • 11
    Ciao a North Sesotho: dice dumelang quando si parla a più di una persona e dumela quando si parla con una sola persona. Il sesotho del nord è una lingua bantu parlata in Sudafrica.
  • 12
    Ciao a kwanyama: il saluto varia a seconda che tu voglia salutare un uomo o una donna. Se stai per salutare una donna, dovresti dire wa uhala po, meme?. Se stai per salutare un uomo, dovresti dire wa uhala po, tate? Un modo più informale per dire ciao è ongaipi?, che si traduce in "Che succede?". Il kwanyama, noto anche come oshikwanyama, è la lingua ufficiale della Namibia e dell`Angola.
  • 13
    Ciao a Oromo: dice Asham. Puoi anche dire Akkam? (che significa "Come stai?") o nagaa (che significa "la pace sia con te"). Oromo è una lingua afro-asiatica parlata dal popolo Oromo in Etiopia e nel nord del Kenya.
  • 14
    Ciao in swahili: dice jambo o hujambo, che significa "Come stai?". Puoi anche dire habari gani, che significa "Cosa c`è di nuovo?". Lo swahili è una lingua bantu parlata dalle comunità swahili in Kenya, Tanzania, Uganda, Ruanda, Burundi, Mozambico e Repubblica Democratica del Congo.
  • 15
    Ciao a Rifeño: dice blu, che significa letteralmente "pace". Puoi anche dire "onda", che è una variazione moderna di "ciao" Spagnolo. Il Riffiano è parlato da 8 milioni di persone nella regione di Rif (Nord Africa) e in Europa.
  • 16
    Ciao a Tigriña: dice selam, che significa letteralmente "la pace sia con te". Puoi anche dire haderkum che significa "buongiorno" e t`ena yehabeley, che significa "che buona salute è con te". Questa lingua è parlata in Etiopia ed Eritrea.
  • 17
    Ciao in chiluba: dice Moyo. Il Chiluba, noto anche come luba-lulua, è una lingua bantu e una delle lingue nazionali della Repubblica Democratica del Congo.
  • 18
    Ciao in tsonga: dice minyani quando saluti un adulto e dice kunyaani quando saluti i contemporanei e i più giovani. Questa lingua è parlata in Sud Africa.
  • 19
    Ciao in Yoruba: il saluto varia a seconda dell`ora del giorno. E kaaro significa "buongiorno"- e kaasan significa "buon pomeriggio"- e kaaale o o da aaro significa buona notte Yoruba è una lingua Niger-Congo parlata dal popolo yoruba dell`Africa occidentale.
  • 20
    Ciao a Zulu: dice sawubona se si rivolge a una sola persona o Sanibonani se vai a salutare diverse persone. Sawubona è letteralmente "ci vediamo" e quando ti salutano con questo termine devi rispondere yebo, che significa "sì". Lo Zulu è una lingua bantu parlata in Sud Africa.
  • Metodo 5
    Saluta le lingue del Medio Oriente

    1
    Ciao a arabo: puoi dire? As-salām `alaykum. Questo è un saluto formale che si traduce letteralmente come "la pace sia con te". Altri termini più informali e comuni per dire ciao sono Ero abituato alan. L`arabo è una lingua ampiamente diffusa in tutto il Medio Oriente e il Nord Africa.
  • 2
    Ciao in armeno: Barev Dzez è il modo più formale per dire ciao in armeno, mentre Barev è il termine informale. L`armeno è parlato nella Repubblica di Armenia, così come nelle grandi comunità della diaspora armena.
  • 3
    Ciao in Azeri: dice Salam e pronuncia come viene letto. Questa lingua è la lingua ufficiale dell`Azerbaigian.
  • 4
    Ciao in arabo egiziano: il saluto formale in arabo egiziano è è salām `alaykum. Il modo informale è "Ahlan".
  • 5
    Ciao a ebraico: il termine hebrero per ciao è shalom. Significa anche "addio" e "pace". Altri termini più informali sono ciao e ma korae? che significa letteralmente "Cosa stai facendo?" o "Cosa c`è di nuovo?".
  • 6
    Ciao a curdo: dice Sega e pronuncia "I ESLO". Il kurdo è parlato da circa 30 milioni di curdi nell`Asia occidentale.
  • 7
    Ciao a persiano: dice salaam o do-ruod. La parola salaam è un`abbreviazione di as-salaam-o-aleykum in tutte le società islamiche.
  • Metodo 6
    Saluta le lingue dei nativi americani

    1
    Ciao in alibamu: dice chíkmàa. Questa lingua è parlata dai nativi americani del sud-est degli Stati Uniti.
  • 2
    Ciao a cayuga: dice scanno. Questa è una lingua degli irochesi del nord.
  • 3
    Ciao su crea: dice tansi e pronunciato "tawnsay". Il Cree è una lingua algonchina parlata dai nativi americani in tutto il Canada.
  • 4
    Ciao a Haida: dice kii-te-das a. Questa lingua è parlata nelle isole Queen Elizabeth, in Canada.
  • 5
    Ciao a Hopi: dice hau e pronuncia "ja-u". Tuttavia, questa parola non viene utilizzata tutte le volte che in inglese. È più tradizionale salutare qualcuno um waynuma?, che letteralmente traduce come "Ci sei?". Hopi è una lingua Uto-Azteca parlata dagli Hopi nel nord-est dell`Arizona, negli Stati Uniti.
  • 6
    Ciao a kanien`kéha: dice kwe kwe e pronunciato "guei guei". Il kanien`kéha è una lingua irochese parlata dal popolo Mohican del Nord America.
  • 7
    Ciao a Nahuatl: dice nano toka e pronunciato "na-no a-ka". Il nahuatl è una lingua Uto-azteca parlata dai Nahuas nel Messico centrale.
  • 8
    Ciao a Navajo: dice yá`át`ééh e pronunciato "yah-at-eh". Questa parola significa anche "buono". Navajo è una lingua athabaskana parlata dal popolo navajo, che si concentra principalmente negli Stati Uniti sudoccidentali. Il Navajo è la lingua più parlata dei nativi americani al confine tra il Messico e gli Stati Uniti.
  • Metodo 7
    Saluta in altre lingue

    1
    Ciao a a`leamona: dice tel nĩdo e pronuncia "tel-nai-dou". Significa letteralmente "buona giornata".
  • 2
    Ciao in American Sign Language (ASL): devi unire le dita della mano destra e toccare la fronte con la punta delle dita con il palmo rivolto verso l`esterno e muovere la mano in avanti, come una sorta di saluto militare.
  • 3
    Ciao in bremnian: dice koali e pronunciati "kowali".
  • 4
    Ciao in British Sign Language (BSL): saluta con la mano dominante, dal centro verso l`esterno con il palmo rivolto verso l`altro e mentre si muove la mano stringe il pugno e alzato il pollice come dare l`assenso ( `ciao` formale), solleva due pollici (traduzione letterale di "Va bene?").
  • 5
    Ciao a creolo capoverdiano: dice OI, Olah, entao o buon giorno Il creolo capoverdiano è un dialetto creolo basato sul portoghese parlato nelle isole di Capo Verde.
  • 6
    Ciao a Chamorro: dice hafa adai Altri termini più informali sono hafa?, howzzit bro / bran / prim / che`lu? e sup. Il Chamorro è una lingua austronesiana con influenze spagnole. È parlato a Guam e nelle Isole Marianne Settentrionali.
  • 7
    Ciao a Maori delle Isole Cook: dice Kia Orana Maori dalle Isole Cook è la lingua ufficiale delle Isole Cook.
  • 8
    Saluta in esperanto: il modo formale di dire ciao in esperanto è "Saluton", il modo informale è "sale". L`esperanto è un linguaggio ausiliario costruito che è stato inventato alla fine del 19 ° secolo come mezzo per i parlanti di lingue diverse per comunicare in modo politicamente neutrale.
  • 9
    Ciao in Fijian: il modo formale di dire ciao in Fijian è bula vinaka e pronunciato "bu-la vina-ka". Un modo più informale per dire ciao è bula uro. Il Fijian è una lingua austronesiana parlata nelle isole Figi.
  • 10
    Ciao in hawaiano: dice aloha e pronunciato un-lo-ha. L`hawaiano è una lingua polinesiana parlata nelle Hawaii.
  • 11
    Ciao in patois giamaicano: dice wua guan, che significa letteralmente "Cosa sta succedendo?". Sì, sì! È un altro saluto Il patois giamaicano è un linguaggio creolo basato sull`inglese con influenze dell`Africa occidentale. È parlato nell`isola della Giamaica dalla diaspora giamaicana.
  • 12
    Ciao in maldiviano: il modo formale di dire ciao in maldiviano è assalaamu alaikum Un modo più informale è kihineh?, che letteralmente significa "Come?". Il maldiviano, noto anche come "divehi", è la lingua nazionale delle Maldive.
  • 13
    Ciao a Maori: dice Kia prega e pronuncia "kia o ra". Significa letteralmente "avere salute" o "che stai bene" ed è stato anche adottato dagli anglofoni in Nuova Zelanda.
  • 14
    Ciao a marshalés: dice Iakwe e pronunciato "ya kue". Il maresciallo, noto anche come "Ebon", è parlato nelle Isole Marshall.
  • 15
    Ciao in naoki: il modo formale di dire ciao è atetgrealot e il modo informale è atetel.
  • 16
    Ciao a Niuano: il modo formale di dire ciao in niuano è faka lofa lai atu. Un termine più informale è fakalofa. Il Niuano è un linguaggio polinesiano strettamente imparentato con il tongano. È parlato sull`isola di Niue, così come nelle Isole Cook, in Nuova Zelanda e Tonga.
  • 17
    Ciao a Palahuano: dice lì e pronuncia "A-li". Il Palauano è una delle lingue ufficiali della Repubblica di Palau, in Micronesia.
  • 18
    Ciao a Samoan: la salute formale è talofa e quello informale è male. Il samoano è una lingua polinesiana che si parla nelle isole di Samoa.
  • 19
    Ciao a sulka: dire ciao in sulka dipende dall`ora del giorno. Al mattino dovresti dire marot, pronunciato "ma-Rote". Nel pomeriggio dovresti dire mavlemas (la v è pronunciata come a "B" fricativo) e di notte dovresti dire masegin (il "g" pronunciato come un fricativo). Sulka è una lingua parlata in Papua Nuova Guinea. Ha circa 3.000 altoparlanti.
  • 20
    Ciao in Tagalog: l`equivalente più vicino per la parola ciao in Tagalog Kumusta? che letteralmente traduce come "Come stai?". Tuttavia, i filippini si salutano reciprocamente in inglese, semplicemente usando la parola "ciao". Tagalog è parlato nelle Filippine.
  • 21
    Ciao a Tahitian: dice Ia orana e pronuncia "yo-ra-na". lingua tahitiana è parlato nelle isole di Tahiti, Moorea e Bora Bora e contiene solo circa 1.000 parole.
  • 22
    Ciao in tetun: Ci sono diversi modi per salutare Tetun, a seconda dell`ora del giorno: Bondia è usato al mattino- Botarde è usato nel pomeriggio- Bonite è usato di notte. Tetun è la lingua nazionale di Timor Est.
  • 23
    Ciao a Tongan: dice male e lelei. Il tongano è parlato a Tonga, un paese composto da circa 170 isole nella Polinesia occidentale.
  • Metodo 8
    Saluta le lingue artificiali

    1
    Ciao a d`ni: dice shora, che significa anche "addio" o "pace". Il d`ni è un linguaggio creato per i giochi per computer Myst e Riven.
  • 2
    Ciao a siringa: dice "hopo lapa". Puoi anche dire "buepe nospo diaspa" (buongiorno), "buepe naspa tarpa" (buon pomeriggio) e "buepe naspa nopo chespe" (buona notte) La trafila è un tipo di discorso in cui i partner inventano diverse sfumature che cambiano o mettendo una o più lettere al discorso colloquiale, come conveniente.
  • 3
    Ciao a parole senza senso: dice h-idiguh-el l-idiguh-o o anche h-diguh-i per a "ciao" più breve. Il Gibberish è un linguaggio segreto composto da parole che suonano prive di significato in diversi paesi di lingua inglese. Ci sono diversi dialetti senza senso.
  • 4
    Ciao in Klingon: dice nuqne? e pronunciare "nuk-nek", che significa letteralmente "Cosa vuoi?".
  • 5
    Ciao in na`vi: dice kaltxì e pronunciato "kal-you". Il modo formale per dire ciao è Oel ñati kameie, pronunciato "o-the ña-ti kamei-e". Il linguaggio na`vi è stato costruito per il film Avatar.
  • 6
    Ciao pirata: invece di a "ciao" tradizionalmente, i pirati di solito si salutano dicendo arrr, che è pronunciato come è letto. Il termine ahoy matey (pronunciato "a-joi mei-ti") è generalmente usato quando si parla con un altro membro dell`equipaggio.
  • 7
    Ciao in porco latino: dice Lo farò Puoi anche dire eyhay che significa "ciao" e atswhay upay? cosa significa? "Che succede?". Il maiale latino è un gioco linguistico utilizzato principalmente da persone che parlano inglese.
  • 8
    Ciao in ung: pronunciato "Hung-ee-polmone-lung-oh". Questo è un linguaggio inventato, come il maiale latino.
  • suggerimenti

    • Un semplice "ciao", un gesto con la mano, una stretta di mano o un bacio È inteso come un saluto tra la maggior parte delle persone, anche se dovresti tenere a mente che queste forme di saluto possono essere offensive a seconda della cultura della persona che incontri.
    • Ogni cultura e lingua ha una diversa forma di linguaggio del corpo. La stretta di mano è una cortesia comune in paesi occidentali come l`Australia, l`Inghilterra e gli Stati Uniti, mentre i coreani e i giapponesi mantengono le distanze e si inchinano. Gli ucraini sono più affettuosi e danno abbracci o baci. Il maltese bacio l`un l`altro in entrambe le guance quando sanno bene con la persona che salutano e si stringono la mano per un saluto non così informale. In India, il termine "namaste" è comunemente accompagnato da un leggero arco che unisce le mani con i palmi e le dita rivolte verso l`alto, davanti al petto. La stretta di mano è più comune tra gli uomini, specialmente nelle città, tuttavia un uomo non dovrebbe stringere la mano di una donna se prima non gli offre la mano. Inoltre, in India, se saluti una persona di grande rispetto, dovresti inchinarti e toccare i piedi della persona e poi il petto.
    • Non guardare i Navajo negli occhi. È una mancanza di rispetto nella loro cultura e potresti essere irrispettoso come risposta.
    • Assicurati di utilizzare il saluto più appropriato per ogni situazione. Ad esempio, in francese si usano termini formali come "bonjour", "Bonsoir" per salutare i clienti sul posto di lavoro e il termine più informale "salut" per salutare colleghi, amici e familiari.
    • Quando i Navajo si stringono la mano, non danno una stretta salda. Prendono semplicemente la mano e la stringono leggermente e leggermente.
    • Prenditi tutto il tempo per imparare la pronuncia corretta. Questo non solo ti aiuterà a evitare confusione e incomprensioni, ma è un semplice gesto di cortesia. Ad esempio, molte lingue allungano il suono del "r".

    avvertenze

    • Se si va in qualche altro paese di lingua spagnola, non imitare l`accento locale o di utilizzare il gergo, ma guardare come strane o presuntuosa. L`abuso di parole o una cattiva pronuncia possono farti sembrare un pazzo.
    • Se pronunci male le parole e qualcuno ti corregge, può essere imbarazzante, quindi dovresti provare ad imparare la pronuncia corretta! Se si commette un errore non avrete molta rilevanza nella conversazione e la maggior parte delle persone prendere alla leggera, ma la cortesia dovrebbe fare del nostro meglio.
    • Devi tenere a mente che le culture per ovvie ragioni sono diverse in tutto il pianeta e le loro lingue sono un riflesso di esse.
    • In Europa, agitare lateralmente può significare "no". Per dire "addio" con la mano, alza il palmo verso l`esterno e muovi le dita allo stesso tempo. Tenere a mente che questo saluto è anche considerato un grave insulto in Nigeria se la mano è molto vicino al viso di un`altra persona.
    Condividi su reti sociali:

    Simile
    © 2018 ekvetik.ru