ekvetik.ru

Come usare quasi tutte le fotocamere 35mm

Nell`era delle fotocamere digitali, può sembrare strano darti istruzioni su come utilizzare una fotocamera 35mm "obsoleta". Tuttavia, ci sono molte persone che scelgono di utilizzare questi rulli per scopi artistici (o per altri motivi). Il digitale accaparra quasi tutta la quota di mercato, fatta eccezione per la fotografia di paesaggi, fatto che consente alle apparecchiature di fotocamere 35mm di essere più economiche che mai.

Sicuramente ci saranno più persone oltre a te che "vogliono" utilizzare le videocamere reel, ma lo trovano intimidatorio. Forse qualcuno ti ha dato una macchina da presa e non hai idea di come usarlo. Questa guida ti aiuterà ad affrontare alcuni degli aspetti più complicati delle videocamere a bobina, che sono state automatizzate nelle moderne fotocamere digitali point-and-shoot.

Metodo 1

preparazione
1
Trova i controlli di base della fotocamera. Non tutte le videocamere hanno tutti i controlli e alcune non ne hanno nemmeno, quindi non preoccuparti se descrivi qualcosa che non è nella tua fotocamera qui. Ne parleremo più tardi, quindi è una buona idea familiarizzare con loro ora.
Il quadrante di velocità di otturazione di un Minolta XG-M.La ghiera dei tempi di posa regola la velocità dell`otturatore, ovvero il momento in cui il film viene esposto alla luce. Le fotocamere più moderne (dal 1960 in poi) lo mostreranno con ingrandimenti regolari come 1/500, 1/250, 1/125, ecc. Le vecchie telecamere useranno valori apparentemente rari e arbitrari.
  • L`anello di apertura (più vicino al corpo), regolato in f / 2.8.L`anello di apertura controlla il diaframma, una piccola apertura vicino alla parte anteriore delle lenti. Normalmente sono contrassegnati con uno standard di ingrandimento e quasi tutti gli obiettivi saranno configurati con valori di f / 8 e f / 11. L`anello di apertura si trova solitamente sull`obiettivo stesso, ma non sempre: alcune delle più recenti fotocamere SLR (dal 1980 in poi) ti consentiranno di controllare questa impostazione dalla fotocamera stessa, ad esempio. Alcuni sistemi (come la Canon EOS) non hanno anelli di apertura.

    Un`apertura più ampia (i numeri più piccoli, poiché la dimensione dell`apertura è espressa in relazione alla distanza focale) significa meno profondità di campo (con meno aree della scena focalizzata) e una maggiore quantità di luce nel film. Un`apertura più piccola consentirà meno luce per passare e darà più profondità di campo. Ad esempio, con un 50 mm focalizzato su 8 piedi e un`apertura di f / 5.6, l`area della composizione compresa tra 6,5 ​​piedi e 11 sarà focalizzata. Con un`apertura di f / 16, dovresti mettere a fuoco da 4,5 a 60 piedi.
  • Il quadrante ISO, che può anche apparire come ASA, informa la telecamera della velocità della bobina. Questa impostazione potrebbe non essere un quadrante, ma un set di pulsanti. In entrambi i casi, ciò è necessario per le fotocamere che dispongono di meccanismi di esposizione automatici, poiché i diversi rulli richiedono esposizioni diverse: ad esempio, un rullo ISO 50 richiederà il doppio dell`esposizione rispetto a una bobina ISO 100.

    In alcune fotocamere, questo non è necessario, ea volte è addirittura impossibile: la maggior parte delle fotocamere più recenti legge la velocità della bobina grazie ai contatti elettrici della cartuccia stessa. Se la tua videocamera ha contatti elettrici nello scomparto del cilindro, avrà sensori DX. Di solito "funziona", quindi non devi preoccuparti molto di questo.
  • Il classico quadrante della modalità Canon.La ghiera dei modi regola le diverse modalità di esposizione automatica, se la tua fotocamera le ha. È più comune vedere in SLR elettroniche completamente automatiche dalla fine degli anni ottanta in poi. Sfortunatamente, ogni fotocamera ha le proprie maniere in modo diverso - per esempio, Nikon chiama "S" la priorità nell`otturatore, mentre Canon, inspiegabilmente, chiama "Tv". Analizzeremo questo dopo, per ora vorrai tenerlo in "P" (programma automatico) la maggior parte del tempo.
  • L`anello di messa a fuoco mette a fuoco l`oggetto in lontananza. Normalmente mostrerà distanze in piedi e metri, oltre ad avere il segno ∞ (per mettere a fuoco all`infinito). Al contrario, alcune fotocamere (come l`Olympus Trip 35) avranno aree di messa a fuoco, a volte con piccoli simboli carini, che indicano quali aree sono.
  • Il pulsante per riavvolgere e rilasciare la bobina si trova in genere nella parte inferiore della fotocamera.Il pulsante per riavvolgere e rilasciare ti consentirà di riavvolgere la bobina. Normalmente, è protetto mentre si scattano foto, quindi è possibile spostarsi in avanti e non tornare indietro, per ovvi motivi. Questo pulsante apre il meccanismo di sicurezza. Di solito è un piccolo pulsante situato alla base della fotocamera, leggermente incastrato nel corpo, anche se alcuni modelli rari lo hanno in altri luoghi.
  • La manovella di riavvolgimento, di solito sul lato della mano sinistra. Notare la leva di abbassamento.La manovella di riavvolgimento ti permetterà di girare il film sulla bobina. Di solito è posizionato sul lato della mano sinistra, e la maggior parte delle volte ha una leva a tendina che faciliterà il processo. Alcune fotocamere motorizzate non hanno questo meccanismo, riavvolgendo il film da soli o attraverso un interruttore.
  • 2
    Cambia la batteria se la tua fotocamera ne ha uno. Quasi tutte le batterie per fotocamere 35mm possono essere acquistate a un prezzo molto basso, poiché le batterie personalizzate non vengono utilizzate come fa la maggior parte delle fotocamere digitali e possono durare quasi per sempre - non ci sono scuse per non modificarle.

    Alcune fotocamere più vecchie utilizzano batterie a mercurio da 1.35v px e 625, che sono molto difficili da ottenere oggi e non hanno circuiti di regolazione della tensione per far fronte alle batterie PX625 da 1,5 V, disponibili su entrambi i lati. Puoi evitarlo sperimentando (riprendi un rotolo di pellicola, vedi se l`esposizione è sproporzionata, e controllala appropriatamente), o usa un pezzo di filo per incuneare una batteria # 675 nel vano batteria.
  • 3
    Verifica che il film non sia caricato. È un errore molto facile da fare: prendere una macchina fotografica, aprire il vano posteriore e trovare in esso un rullo già caricato (e, quindi, rovinare una buona parte del film). Prova a rotolare - se non puoi farlo, premi il pulsante di fuoco. Se la tua fotocamera ha un pulsante di manovella o riavvolgimento sul lato sinistro, puoi guardarlo girare. (Come fare questo nelle telecamere motorizzate senza riavvolgere le pedivelle è un esercizio che lasciamo al lettore).
  • 4
    Carica la bobina. Sebbene le cartucce da 35 mm siano resistenti alla luce, è comunque una cattiva idea farlo in pieno giorno. Cerca un tetto o, almeno, un posto in ombra. Ci sono due tipi di telecamere che attireranno la tua attenzione, e solo una che probabilmente incapperai in:
  • Le telecamere di caricamento posteriori sono le più comuni e le più facili da trasportare.Le telecamere posteriori di caricamento sono il più semplice e il più comune - hanno una parte posteriore provvista di cardini che, una volta aperta, mostra lo scompartimento della bobina. A volte (specialmente nelle fotocamere reflex) questa azione viene eseguita sollevando verso l`alto la manopola di riavvolgimento. Altre fotocamere si apriranno grazie a una leva. Posiziona la bobina nel suo comparto (di solito sul lato sinistro) e tira l`inizio del film. A volte è necessario farlo scorrere nello slot della bobina del ricevitore - in altri, è sufficiente tirare l`inizio del film fino a quando alcune linee con segni colorati compaiono.

    Dopo aver fatto questo, chiudi il retro della fotocamera. Alcune telecamere rotolano automaticamente fino al primo fotogramma, altrimenti esegui due o tre scatti di prova e arrotolati. Se si dispone di un contatore di frame che si legge da 0, scorrere fino a raggiungere quel numero. Alcune fotocamere più vecchie contano all`indietro, quindi dovrai regolare manualmente il contatore sul numero di esposizioni che il cilindro ha. Utilizzare i passaggi sopra menzionati per verificare che il film sia stato caricato correttamente.
  • Una delle prime fotocamere FED con caricamento inferiore.Le camere di carico inferiori, Come la prima Leica, Zorki, Fed e Zenit, sono meno comuni e più difficili da gestire. Prima di tutto, dovrai tagliare fisicamente il film, così avrai una guida lunga e sottile. Mark Tharp ha un eccellente sito web che descrive il processo.
  • 5
    Regola la velocità del film. Normalmente, dovresti regolarlo in relazione a quello del film. Alcune fotocamere avranno una certa quantità di sovraesposizione o di esposizione all`infrarosso: scatta una bobina e risolvila sperimentando.
  • Metodo 2

    Fotografare

    Una volta che la fotocamera è pronta, puoi andare nella grande "stanza blu" e scattare foto favolose. Le vecchie fotocamere, tuttavia, avranno bisogno di te per regolare alcune cose (a volte tutte) che le fotocamere digitali o moderne gestiscono automaticamente.

    1
    Metti a fuoco il tuo tiro. Ne parliamo prima, dato che alcune vecchie fotocamere SLR devono fermare i diaframmi per misurarle, il che rende l`osservatore molto più oscuro e più complicato da usare per sapere se ci si è concentrati bene o meno.
    La Canon EOS 650, una delle prime fotocamere con messa a fuoco automatica.Le telecamere con messa a fuoco automatica, comuni a partire dalla metà degli anni `80 in poi, sono i più facili da usare. Se non si dispone di un anello di messa a fuoco o di un interruttore di messa a fuoco manuale / automatica sull`obiettivo o sulla fotocamera, è probabile che si tratti della messa a fuoco automatica. Premi leggermente il grilletto per mettere a fuoco. Quando l`immagine è a fuoco (normalmente verrà indicata nel mirino o possibilmente con un fastidioso segnale acustico), la fotocamera sarà pronta per scattare una foto. Fortunatamente, la maggior parte (probabilmente tutte) delle fotocamere autofocus ha anche un`esposizione automatica, il che significa che puoi tranquillamente ignorare il passaggio successivo sull`impostazione dell`esposizione.
  • Due strumenti di messa a fuoco comuni in un visualizzatore SLR: lo schermo diviso (il cerchio centrale) e l`anello microprisma (che lo circonda). Questa immagine è sfocata: guarda le linee "spezzate" al centro e nell`anello del microprisma che rendono la sfocatura ancora più evidente.Le fotocamere reflex con messa a fuoco manuale Sono leggermente più complicati da usare. Il reféx si distingue per la grande gobba centrale che protegge il mirino e i suoi pentaprismi (o pentaespejos). Ruota l`anello di messa a fuoco finché l`immagine non viene messa a fuoco nel mirino. La maggior parte delle fotocamere con messa a fuoco manuale dispongono di due accessori per la messa a fuoco per ottenere più facilmente una messa a fuoco perfetta. Uno è uno schermo diviso, proprio al centro, che divide le immagini in due e le allinea quando sono focalizzate. L`altro è un anello di microprismi che circonda l`esterno dello schermo diviso e renderà l`offuscamento più ovvio di quanto sarebbe nella realtà. Pochissimi avranno un indicatore di conferma della messa a fuoco nel mirino quando viene raggiunta la messa a fuoco. Usa questi strumenti di messa a fuoco se li hai.
  • La Leica M7, una fotocamera con un ottimo telemetro.Telecamere a fuoco manuale con telemetro Sono quasi i più semplici da usare. Le fotocamere con telemetro accoppiato visualizzano due immagini dello stesso oggetto attraverso il mirino, una delle quali si trasforma quando si ruota l`anello di messa a fuoco. La scena sarà focalizzata quando le due immagini coincidono e si fondono in una sola.

    Alcune delle vecchie fotocamere a telemetro non hanno un telemetro accoppiato di questo tipo. Se si dispone di uno di questi, trovare la distanza desiderata attraverso il telemetro per regolare il valore nell`anello di messa a fuoco.
  • Vito V Voigtlander, una fotocamera del mirino del 1950.Telecamere Viewer Assomigliano molto alle telecamere con un telemetro, ma offrono un piccolo aiuto nel trovare la distanza dall`oggetto. È possibile utilizzare un mirino esterno o cercare di indovinare la distanza dell`occhio e regolarlo nell`anello di messa a fuoco.
  • 2
    Regola l`esposizione. Ricorda che le fotocamere più vecchie hanno metri stupidi - leggono solo una piccola area al centro dello schermo. Quindi se il tuo oggetto è fuori dal centro, puntalo con la fotocamera, misuralo e poi rifai lo scatto. Le specifiche per ottenere una buona esposizione sono diverse da una telecamera all`altra:
  • La Canon A-1, una delle prime fotocamere con modalità completamente automatica.Le telecamere di esposizione completamente automatiche Sono i più facili da usare. Se la tua fotocamera non ha controlli per la velocità dell`otturatore e il diaframma, sarà molto probabilmente uno di questi tipi (come molti quelli compatti, specialmente l`Olympus Trip-35). Altrimenti, la telecamera deve avere una modalità "Programma" o "Automatica" - se ce l`hai, usala e risparmierai un sacco di problemi. Le reflex moderne di Nikon e Canon, ad esempio, dispongono di un quadrante che consente di impostare su "P". Se hai l`opzione, regola la modalità del misuratore in "Matrix", "Valutativa" o simile e divertiti.
  • Le fotocamere con esposizione automatica con priorità al diaframma (come la Canon AV-1) ti consentono di regolare un`apertura e quindi di scegliere la velocità dell`otturatore. Nella maggior parte di questi, regola semplicemente un`apertura in relazione alla quantità di luce che hai e / o alla profondità di campo richiesta, e lascia che la fotocamera faccia il resto. Naturalmente, non scegliere un`apertura che richiede una velocità di scatto superiore o inferiore a quella della fotocamera.

    Se le circostanze lo consentono (e non si desidera un`estrema superficialità o profondità di campo), non scattare la foto con l`apertura dell`obiettivo più grande o chiuderla oltre af / 11. Quasi tutti gli obiettivi sono leggermente più definiti quando sono chiusi rispetto a quando sono molto aperti e tutti gli obiettivi sono limitati dalla diffrazione in diaframmi chiusi.
  • Le telecamere dell`esposizione automatica con priorità dell`otturatore, che non sono necessariamente diverse da quelle precedenti, consentono di scegliere la velocità dell`otturatore e quindi regolare automaticamente l`apertura. Selezionare una velocità dell`otturatore in base alla quantità di luce esistente e se si desidera un`immagine congelata e definita o sfocata.
    Naturalmente, deve essere abbastanza resistente per assicurarsi che l`obiettivo ha una abbastanza ampia per abbinare l`apertura velocità dell`otturatore, ma abbastanza veloce in modo che l`obiettivo ha un`apertura sufficientemente "piccolo" (e così si può tenere premuto il fotocamera con la mano, se è quello che stai facendo e dovresti farlo).
  • La Praktica MTL3, una classica fotocamera SLR completamente manuale.Le telecamere sono totalmente manuali avranno bisogno di te per regolare da sé l`apertura e la velocità dell`otturatore. La maggior parte di queste telecamere hanno un ago metro nel mirino, che indicherà sia sull`esposizione e l`esposizione-basso se l`ago prende il marchio a fuoco, la tua foto sarà in mostra, e se non ha superato avere una bassa esposizione . Solitamente lo misurerai premendo il grilletto a metà corsa - alcune fotocamere come la Praktica con corpi della serie L avranno un tasto di misurazione per farlo (che ferma anche l`obiettivo). Regola l`apertura, la velocità dell`otturatore o entrambi, a seconda di ciò che ti serve per la scena, finché l`ago non si trova più o meno nel segno centrale. Se si utilizza una pellicola negativa (invece di un colore), non sarà scomodo se l`ago è posizionato un po `al di là delle pellicole negative car- hanno un`alta tolleranza per sovraesposizione.

    Se non si dispone di un metro sul display, utilizzare un tabellone, la memoria delle esperienze passate o misuratore di luce esterna (il miglior tipo è quello di una fotocamera digitale) - una compatta obsoleto va bene, ma ti consigliamo di leggere la mostra è visualizzata nel visore. (Ricordare che è possibile effettuare le impostazioni di compensazione nell`iride e nella velocità dell`otturatore). Oppure prova un programma per misurare la luce libera dei telefoni di ultima generazione, come l`Assistente Fotografia Android.
  • 3
    Inquadra lo scatto e scatta. Gli elementi artistici per la composizione di una fotografia sono ben oltre lo scopo di questo articolo, ma troverete alcuni consigli utili sulle pagine Internet che spiegano come scattare foto migliori e sviluppare abilità fotografiche.
  • 4
    Scatta foto finché il rullo non è finito. Voi sapete che questo è successo quando la telecamera si rifiuta di seguire avvolgimento (quelli con bobine automatici) o in sostituzione quando il rotolo di pellicola è molto difficile (se questo è il vostro caso, "non forzare"). Questo non accade necessariamente quando arrivi a 24 o 36 esposizioni (o qualsiasi altra cosa abbia il film che usi): alcune telecamere ti permetteranno di avere 4 fotogrammi in più rispetto all`importo assegnato. Quando lo raggiungi dovrai riavvolgere il film. Alcune telecamere motorizzate lo fanno automaticamente quando viene raggiunta la fine della bobina - altre ugualmente motorizzate avranno un interruttore di riavvolgimento.

    Se il tuo non ha, non ti preoccupare. Premere il pulsante per rilasciare il riavvolgimento. Ora ruota la manovella di riavvolgimento nella direzione indicata su di esso (di solito in senso orario). Noterai che verso la fine del film il manico diventa più rigido e, in seguito, molto facile da girare. Quando ciò accade, smetti di rotolare e apri il retro della videocamera.
  • 5
    Porta il film fuori dalla bobina consumata. Se usi un film negativo sei fortunato, poiché continuano a essere rivelati quasi ovunque. La pellicola a colori e il tradizionale bianco e nero richiedono processi molto diversi: chiedi al tuo negozio di foto se hai bisogno di trovare qualcuno che ti sveli il film.
  • 6
    Controlla il film per i problemi di esposizione. Ricerca su mostre e esposizioni poco evidenti. Tutti i film appaiono spesso orribili e scuri quando sono a bassa esposizione quando sono in mostra, le bobine colorate mostreranno le aree illuminate quasi con la stessa facilità delle fotocamere digitali. Se questo non è il risultato di una tecnica scadente (come la misurazione nelle aree sbagliate della scena), significa che lo strumento non funziona correttamente o che l`otturatore non è preciso. Regolare manualmente la velocità ISO, come descritto sopra. Ad esempio, se si hanno risultati di bassa esposizione su un film ISO 400, impostare il selettore ISO su 200 o meno.
  • 7
    Metti un`altra bobina e fai altre foto. La pratica rende perfetti. Esci e prendi quante più foto ti puoi permettere. E non dimenticare di mostrare i tuoi risultati al mondo.
  • suggerimenti

    • Ci sono indubbiamente telecamere strane che hanno stranezze non descritte qui. Fortunatamente, puoi trovare manuali per una manciata di vecchie macchine fotografiche in l`archivio dei manuali della fotocamera di Michael Butkus. Puoi anche contattare persone che sanno usare vecchie fotocamere o negozi di fotografia, dove varrebbe la pena spendere i soldi.
    • Non forzare nulla. Se qualcosa non si muove, potresti fare qualcosa di sbagliato, o qualcosa dovrà essere riparato (che sarà molto più economico e facile da risolvere se non aggravare il problema rompendo qualcosa). Ad esempio, molti sigilli non devono essere regolate fino asimmetrico (spesso avanzare il film se la guarnizione è montata sul corpo macchina, o una leva quando montato entro la lente senza un collegamento meccanico al corpo, come con un soffietto).
    • Se non si utilizza un treppiede, cercare di evitare che la velocità dell`otturatore sia più lenta del reciproco delle lunghezze focali dell`obiettivo. Ad esempio, se hai un obiettivo da 50 mm, prova a non utilizzare una velocità dell`otturatore inferiore a 1/50 di secondo, a meno che tu non sia davvero in grado di evitarlo.
    Mostra di più ... (4)
    Condividi su reti sociali:

    Simile
    © 2018 ekvetik.ru